Imparo

Domande Frequenti – Imparo


Cosa portare a scuola?

Il materiale di cancelleria da portare a scuola viene comunicato all’inizio dell’anno scolastico.
Ogni bambino deve portare a scuola:

  • Un asciugamano per le mani con il nome da tenere il bagno (da portare a casa ogni fine settimana)
  • Un paio di calzini antiscivolo per l’attività motoria dentro ad un sacchettino con il nome da tenere a scuola (da portare a casa ogni fine mese)
  • Per i bambini piccolissimi e piccoli che dormono al pomeriggio: una tela cerata della dimensione del lettino (50×100 circa), una coppia di lenzuola da lettino, una copertina per il periodo invernale, un telo mare o una copertina leggera per i periodi più caldi, un piccolo cuscino se il bambino lo usa. Tutto il necessario per il riposo pomeridiano deve essere portato a casa tutti i fine settimana per facilitare le pulizie e la sanificazione della stanza. Il bambino può portare a scuola un oggetto transizionale (peluche-bambola-ecc) che lo aiutino nel riposo.

Posso chiedere che mio figlio non partecipi ai momenti di insegnamento della religione?

Non è possibile perché uno dei principi che caratterizzano la nostra scuola è l’insegnamento della Religione Cattolica attraverso la figura di Gesù Cristo, della sua vita e dei suoi insegnamenti. Durante la giornata i bambini vivono momenti di preghiera, di canto e di vita cristiana legati al calendario delle festività religiose e alla programmazione IRC (Insegnamento della religione cattolica) annuale. Siamo, ad ogni modo, aperti all’ accoglienza dei “fratelli” che professano altre o nessuna religione.

Come sono composte le classi?

Le sezioni della scuola sono tre e prendono il nome di “macchia” (gialla-rossa-blu). Sono miste, composte omogeneamente da bambini piccoli (chiamati “coniglietti”), medi (chiamati “canguri”), grandi (chiamati “giraffe”). I bambini anticipatari (che cominciano l’asilo prima del compimento dei 3 anni), cioè i piccolissimi (chiamati “anatroccoli”), sono suddivisi nelle varie classi.

Cosa prevede l’attività didattica?

L’attività didattica comprende una serie di attività che vengono stabilite con la programmazione annuale preventiva. La programmazione preventiva viene inserita nel P.O.F. all’inizio di ogni anno scolastico, mentre la programmazione consuntiva viene consegnata alle famiglie assieme ai “prodotti” e lavoretti dei bambini a conclusione di ogni unità di apprendimento.

Quando vengono svolti i laboratori?

I laboratori vengono svolti dai bambini medi e grandi al pomeriggio.

Cosa significa se mio figlio dice “ho fatto il cameriere”?

I bambini medi e grandi (canguri e giraffe) collaborano al momento del pranzo, aiutando a preparare le tavole. E’ un bel momento per loro per sentirsi utili e per crescere.

Cosa significa se mio figlio dice “ho fatto il capotreno”?

Ogni mattino, in ogni sezione, i bambini fanno l’appello. E’ stato creato un trenino sul quale fanno salire, ad uno ad uno le foto dei bambini presenti. I bambini assenti rimangono in stazione! I bambini imparano a conoscersi e a creare relazioni tra loro.