I laboratori

LABORATORIO D’ARTE

Questo laboratorio stimola nel bambino il “fare”, lo sviluppo dell’attività manuale. Per saper fare si intende la ricerca creativa della potenzialità del proprio corpo a contatto con la materia, la sperimentazione delle possibilità di trasformare, assemblare le varie sostanze, l’impiego della propria ingegnosità per progettare e realizzare cose concrete.

Le attività che riguardano questo laboratorio introducono il bambino ai linguaggi della comunicazione ed espressione visiva. Fare, infatti, è produrre immagini e l’immagine è un messaggio, cioè un insieme di segni, forme e suoni che servono a comunicare.

Inoltre, le attività artistiche offrono contributi anche nel campo della corporeità e del vissuto motorio. Facendo, il corpo sperimenta se stesso e le proprie possibilità nei confronti delle materie, delle forme e degli elementi con cui entra in contatto.

LABORATORIO DI INGLESE “MISS MUFFIN”

Questo laboratorio vuole avvicinare in maniera spontanea e naturale i bambini di 4 e 5 anni alla lingua inglese, rendendoli protagonisti dell’apprendimento e coinvolgendoli in molteplici attività e situazioni giocose.

Tutto il materiale didattico proposto rappresenta, infatti, un percorso creativo centrato sul bambino e sulla possibilità di assimilare la lingua straniera in maniera attiva, contribuendo al suo sviluppo sotto il profilo cognitivo, socio-affettivo ed emotivo. Gli argomenti trattati fanno parte della realtà viva del bambino, di un mondo a lui familiare che lo stimolerà ad esprimersi ed a comunicare in una lingua diversa dalla propria in modo semplice e graduale.

LABORATORIO LINGUISTICO “PAPPAGALLO LALLO”

“La lingua è uno strumento essenziale per comunicare e conoscere, per rendere via via più complesso e definito il proprio pensiero, anche grazie al confronto con gli altri, con l’esperienza concreta e l’osservazione”.
Il personaggio “Pappagallo Lallo” accompagnerà i bambini verso un primo approccio alla lingua italiana. Le attività proposte andranno a sviluppare l’ascolto e la comprensione di discorsi e narrazioni, ad arricchire e precisare il proprio lessico, a sperimentare rime, filastrocche e drammatizzazioni; avvicinando progressivamente il bambino alla lingua scritta, rilevando somiglianze e analogie tra i suoni e i significati, esercitando la memoria, la volontà, l’interesse e l’immaginazione.
Attraverso attività ludiformi i bambini svilupperanno comportamenti atti a favorire l’ascolto, la comprensione, l’interazione nonché la condivisione di idee e messaggi.
L’utilizzo competente del linguaggio implica, infatti, il saper esprimere impressioni, manifestare emozioni, comunicare pensieri per stabilire rapporti e relazioni con gli altri esplicitando la propria intenzionalità comunicativa: ascoltare, prendere parola, dialogare, spiegare.

laboratorio-matematica

LABORATORIO LOGICO-MATEMATICO “MAGO NUMERINO”

Tombole, memory, mercatino di prodotti ed oggetti prodotti dagli stessi bambini, gioco del robottino, linea dei numeri a terra sul pavimento per poterla usare in autonomia quotidianamente, attività di cucina, esplorazione del nostro quartiere: sono solo alcuni dei giochi e delle proposte di attività che MAGO NUMERINO ha in serbo per i nostri piccoli matematici.
L’imperativo in questa scuola è imparare e fare con le nostre mani e con il nostro corpo divertendosi, perché è dall’esperienza diretta che il bambino costruisce le proprie conoscenze e competenze.

Nel nostro laboratorio logico-matematico, accompagnati simpaticamente dal piccolo “MAGO NUMERINO”, partiremo dall’esplorazione della realtà che ci circonda per scoprire che il nostro quotidiano è ricco di numeri e di quantità. Per strada, in casa, a scuola, i bambini entrano presto in contatto con i numeri ed impareranno ad usarli per i loro giochi, le conte, le filastrocche, ne scopriranno il nome e la successione. Attraverso attività ludiche sapranno comparare, raggruppare, seriare, orientarsi nel tempo e nello spazio.Il bambino , assieme ai suoi compagni, conoscerà i numeri e le loro funzioni, identificherà forme e le loro caratteristiche, utilizzerà strumenti di misura convenzionali e non, infine ipotizzerà e risolverà semplici problemi.

Lo scopo della Scuola dell’Infanzia è proprio quello di dare un senso a ciò che si fa, a come si fa e a perché si fa: se il bambino è motivato dal desiderio di partecipare ad un gioco e di scoprirne le strategie per vincere, è attivo e ricettivo. Da qui l’importanza di affrontare i concetti logico-matematici attraverso un approccio ludico e in un contesto conosciuto e familiare.